Warenkorb
Ihr Warenkorb ist leer.
Menge:
Zwischensumme
Steuern
Lieferung
Gesamt
Bei der Zahlung mit PayPal ist ein Fehler aufgetreten.Klicken Sie hier, um es erneut zu versuchen.
Vorgang erfolgreich!Vielen Dank für Ihren Einkauf.Sie erhalten in Kürze eine Bestellbestätigung von PayPal.Warenkorb verlassen

My blog

Blog

Consigli post Natale

Gepostet am 30. Dezember 2015 um 4:51
I giorni di festa si vedono anche, e soprattutto, a tavola. In particolar modo a Natale e nei giorni delle feste di fine anno le nostre tavole sono piene di cibi prelibati e abbondanti, si consumano pranzi con 4, 5 o più portate, innaffiate con vino, spumanti e amari. Le feste sono anche un momento di ritrovo familiare, in cui godersi il focolare domestico, concedersi un po’ di riposo e…perché no… anche qualche “coccola” a tavola; perciò se gli eccessi sono limitati ai due giorni di Natale e a capodanno non facciamone un dramma! Quindi è giusto sentirsi liberi di mangiare qualcosa in più, senza sensi di colpa e senza eccedere o essere eccessivamente ingordi…
È ovvio che se compriamo e consumiamo cibi inusuali (panettone, pandoro, cotechini, zamponi, frutta secca etc…) dai primi dicembre fino al 15 gennaio cambieremo molto le nostre abitudini e introdurremo molte calorie, che ci porteranno inevitabilmente a ingrassare.
La cosa migliore è concedersi di mangiare qualcosa in più solo nei giorni festivi e poi riprendere un’alimentazione corretta nei giorni subito dopo.
Ma come fare per “recuperare” gli eccessi dei giorni di festa?
Intanto evitare scelte drastiche, quindi no alle “compensazioni”, cioè il sacrificare o limitare molto l’alimentazione dei giorni successivi, pensando con il digiuno o l’eccessiva restrizione di compensare gli eccessi dei giorni precedenti. Non ha nessuna utilità saltare la colazione o evitare gli spuntini, anzi può essere un atteggiamento dannoso, infatti proprio per il fatto di aver mangiato di più e cibi più gustosi e invitanti nei giorni precedenti ci capiterà di ricercarli ancora, cercare di non mangiare o di limitare i pasti vi porterà a un certo punto ad avere una fame eccessiva ed incontrollabile e a cadere nella tentazione di mangiare dolci o altri cibi invitanti avanzati dalle feste…
Scegliete di mangiare regolarmente, agli orari e pasti normali, scegliendo alimenti semplici, e con cotture molto leggere (lessature, al vapore, in padella etc..), senza usare soffritti o sughi elaborati; utilizzare molti cibi freschi, frutta e verdura, anche cruda, minestre e zuppe di verdure, riso e cereali integrali, carne bianca e pesce.
Bevete molta acqua, è bene mettere sempre in tavola caraffe abbondanti di acqua e durante il giorno bere abbondantemente, anche mediante tè o tisane, per aiutare il vostro organismo a depurarsi e a eliminare i liquidi in eccesso accumulati con il consumo di cibi salati o elaborati.
È molto importante poi dedicare sempre un po’ di tempo all’attività fisica, se potete praticate uno sport o andate in palestra, ma è anche molto utile mantenersi attivi con le attività quotidiane, come spostarsi a piedi, fare delle passeggiate e usare le scale.
Gennaio sarà il momento migliore per i buoni propositi per l’anno nuovo, come iniziare un’attività sportiva o rimettersi in forma!
Intanto ecco qualche ricetta da seguire in questi giorni per depurarsi e tornare ad un’alimentazione corretta, qualche zuppa di verdure accompagnata magari da un secondo piatto a base di pesce o carne bianca:
 
Zuppa di broccoli e spinaci (x 2 persone): 500 grammi di broccoli, 150 grammi di spinaci, 1 patata, 750 ml di brodo vegetale, ½ cipolla, sale, pepe e erbe aromatiche a piacere. Mondate e affettate i broccoli, sminuzzate gli spinaci e cuoceteli nel brodo vegetale insieme alla cipolla, alla patata tagliata a cubetti e ad una manciata di erbe aromatiche, come prezzemolo, timo e origano. Quando gli ortaggi si saranno ammorbiditi, frullate la zuppa in modo grossolano con il frullatore ad immersione.
Purea di zucca: (x 2 persone): cuocete una zucca piccola, o mezza zucca media, al forno o al vapore. Quando la polpa sarà molto morbida, frullatela o schiacciatela con una forchetta e condite con un filo d'olio extravergine e spezie, come rosmarino, o zenzero, o pepe.
Zuppa di carote e zenzero (x 4 persone): cuocere in 1 litro di brodo vegetale 600 grammi di carote, 2 cipolle di media grandezza pelate e affettate, 1 spicchio d'aglio tritato e 1 cucchiaino di zenzero fresco sminuzzato o ½ cucchiaino di zenzero in polvere. Quando le verdure si saranno ben ammorbidite, prelevate 1 o 2 mestoli di brodo e teneteli da parte. Frullate la zuppa con frullatore a immersione, se necessario, aggiungente un po' di brodo. Condite con 2 cucchiai d'olio extravergine, ½ cucchiaino di curry in polvere, sale marino integrale e pepe.
 
Zuppa di avena con salsa di soia: preparate un brodo vegetale in una pentola con acqua, carota, cipolla, sedano tagliati grossolanamente e un pizzico di sale. Dopo circa 20 minuti togliete le verdure con un mestolo forato; buttate il sedano e in un piatto a parte schiacciate la carota e tagliate la cipolla a pezzi. Mettete l’avena in una padella e accendete il fuoco, non aggiungete condimento, mescolate di continuo con un cucchiaio di legno e quando si saranno tostati e inizieranno a profumare unite il brodo vegetale. Dopo 2 minuti di ebollizione aggiungete la carota, la cipolla e insaporite la zuppa con la salsa di soia. 
 
Dott. Alina De Donatis
Biologa nutrizionista

Kategorien: alimentazione

Kommentar posten

Uuups!

Oops, you forgot something.

Uuups!

Die eingegebenen Worte stimmen nicht mit dem Text überein. Bitte versuchen Sie es erneut.

0 Kommentare